sabato 5 novembre 2016

Counterspell: croce e delizia

Counterspell è uno spell controverso, bellissimo e temibile, in grado di creare discussioni a non finire.

Alcune dei dubbi più ricorrenti:

Se sto castando uno spell e me lo counterano, posso fare Counterspell a mia volta?

Sì, puoi farlo. Usando la tua reaction. Se lo fai e riesci a counterare il Counterspell, allora il tuo spell iniziale avrà effetto.

Ma non c'è la regola che nel mio turno posso castare al max uno spell solo oppure uno spell con casting time bonus action + 1 cantrip?

La regola è comunque rispettata e fa riferimento alla tua action e alle bonus action. Per castare Counterspell usi una reaction, ne hai una a round e la usi se è solo se si verifica l'evento trigger.

Qual è l'evento trigger di Counterspell?

Quando vedi una creatura che sta castando uno spell al massimo a 60 piedi (18 metri) da te. Lo spell non deve essere necessariamente essere castato contro di te.

Quindi se uno casta uno spell non visto, questo non può essere counterato?

Sì, quindi in alcuni casi potrai castare senza timore di essere counterato.

Conosco lo spell che sta per essere castato e che eventualmente voglio counterare?

Le regole non lo dicono.

Questa è una delle classiche situazioni della 5°edizione nella quale "Deve decidere il DM".

Di seguito trovate raccolte alcune proposte che girano per il web, tutte valide di per sé.

Tutti sanno tutto

Il DM dichiara lo spell che sta per essere castato e i PG che vedono il caster hanno un ragionevole lasso di tempo per decidere se castare Counterspell.

Vantaggi: semplice, immediato e trasparente
Svantaggi: Poco realistico e rischia di rendere il gioco troppo meccanico

Ability Check

I PG che vedono una creatura che sta castando uno spell devono fare un check di Int (Arcana) per capire quale spell sia.

Le DC possono essere ad esempio: 10 per spell nella propria lista, 15 per quelle affini di magia arcana (ad esempio un Wizard cerca di capire uno spell nella lista del Bard) e 20 per quella di magia non Arcana (Cleric, Paladin, Ranger)

Oppure variante: DC 10 per i cantrip, 10+spell level per tutti gli altri spell, a prescindere dalla lista a cui appartengono.

Oppure variante 2: conosci in automatico tutti gli spell della tua lista, per gli altri la DC è in base a una delle due possibilità di cui sopra. Questa variante è quella suggerita dai Designer Crawford e Mearls.

Vantaggi: più realistico e incerto, aumenta la tensione
Svantaggi: più tiri di dado, rallenta il gioco ed è una regola in più da ricordarsi

Metodo Descrittivo

Il DM descrive l'inizio dell'effetto dello spell e i PG che vedono la creatura devono valutare se lo spell è da counterare oppure no.

Vantaggi: è ruolistico e realistico ai massimi livelli, coinvolge molto i giocatori
Svantaggi: solo per giocatori esperti, necessaria una condivisione univoca a priori della descrizione di ogni spell

In definitiva, Counterspell è uno spell che "mette alla prova" il DM.

Prima di iniziare una campagna o un'avventura one-shot scegliete come comportarvi con questo spell e condividetelo subito con i giocatori.

A presto.

Il DM.