martedì 8 settembre 2015

Avventure già pronte - Sì/No/Perché

Perché comprare/usare un'avventura scritta da altri?

Molti DM inorridiscono di fronte alle avventure già pronte, quasi come ritenessero una forma di umiliazione, di riconoscimento dell'inferiorità della propria fantasia, per non essere in grado di crearsi da soli un'avventura.

Inoltre spesso le avventure già pronte vengono considerate troppo rigide e instradate (railroad) per essere ritenute interessanti.

Queste due obiezioni sono facilmente smontabili; per prima cosa

Non c'è niente di male a usare un'avventura scritta da un altro.

Parliamo di un qualcosa scritto, sviluppato e ideato da professionisti del mestiere, gente con anni e anni di esperienza, sicuramente in grado, nella maggioranza dei casi di realizzare un prodotto in grado di fornire ore e ore di divertimento.

Riguardo alla rigidità e al railroad è il caso di citare un'altra Regola del Buon DM:

La rigidità di un'avventura è direttamente proporzionale alla rigidità del DM che la sta conducendo.

Tutte le avventure raccontano una storia (aspettatevi un post a breve sull'argomento) che ha un suo inizio, un suo svolgimento e un suo fine. Le parti di mezzo, che costituiscono il grosso delle "pagine" della storia, sono lasciate alle idee dei giocatori che spesso proporranno idee geniali per superare gli ostacoli dell'avventura, idee alternative a quelle indicate sull'avventura stessa.

Bene! Quindi avremo PG che si divertono a superare gli ostacoli e voi DM che dovrete usare la vostra immaginazione per realizzare situazioni non previste in partenza o che hanno preso una piega inaspettata.

Dov'è quindi la mancanza di immaginazione?

Dov'è la rigidità?

Come dite? ah, non sono presenti!

Bene, allora, se vi serve, usate senza problemi un'avventura già scritta.

A presto.

Il DM.