sabato 27 febbraio 2016

Creare un mondo fantasy - Nomi

I nomi sono importanti.

Definiscono l'ambiente del vostro mondo e ogni loro aspetto.

Contribuiscono al "tono" della vostra campagna.

La loro scelta, felice o infelice, quindi influenzerà, positivamente o negativamente, il risultato dei vostri sforzi.

Vediamo come comportarsi con i nomi di persona, di città, di luoghi geografici (montagne, fiumi, mari...) e di cose.

Nomi di persona

Avete diverse possibilità.

1) Soprattutto per i PNG minori non trovo nulla di male nell'usare nomi esistenti. Di solito uso l'inglese, per un minimo di differenza, e trovo assolutamente plausibile chiamare un contadino John, un cacciatore Pete o una locandiera Carol. Potete, a seconda del tema dell'area.
Questo sistema ha il vantaggio di essere semplice e veloce.

2) In alternativa partite da nomi esistenti e storpiateli leggermente. Partite da Giovanni e e finite con Gòvahìnn oppure da Orazio a Hozàr o da Maurizio a Murriz.
Anche questo sistema è veloce e semplice.

3) Usate soprannomi o patronimici. I giocatori non hanno memoria e quindi, in special modo per i PNG importanti, usateli per rafforzargliela. Murriz il Saggio, Hozàr il Prode Guerriero sono modi per far ricordare meglio il vostro PNG. Uno dei PNG di una delle mie ultime campagne era William (nome comune) Osoer, il Giovane Leone (in virtù della sua età e dello stemma della sua Casa): tutti si ricordavano del soprannome e così facendo riuscivano a ricordare più facilmente anche il suo vero nome.

4) Usate nomi del passato. Gene Wolfe, per i suoi libri del Ciclo del Nuovo Sole, ha ammesso di essersi servito abbondantemente di nomi dei primi secoli dell'era cristiana e dell'alto medioevo (dal III al X secolo d. C.). Ricercateli su enciclopedie, su Wikipedia, su dizionari medievali (Thesaurus, Du Cange) o collezioni di documenti (RIS, MGH, Patrologia Graeca o Patrologia Latina).

Nomi di città

1) Prendete un atlante o usate Google Maps e dirigetevi nelle zone delle nazioni dove vi ispirano di più i suoni dei nomi di città. Scegliete quelli che più vi piacciono, pescando tra gli innumerevoli piccoli paesi o villaggi che si presenteranno

2) Molti nomi di città derivano da antiche parole che descrivevano alcuni elementi caratteristici della città stessa o della zona dove sorgeva. Nomi tipo "Alte Mura", "Baia Bianca" o "Valle dei Pini" sono ammessi e credibili.

3) Potete sempre consultare enciclopedie o Wikipedia e usare gli antichi nomi latini (o di altre lingue) delle città. Potete anche variare qualche lettera per "mascherarne" la provenienza.

Nomi geografici

Valgono esattamente gli stessi accorgimenti dei nomi di città. Io qui preferisco il punto 2. Ad esempio nell'Unico Mondo esiste la catena montuosa delle Montagne Blu, così chiamate dal caratteristico colore che le contraddistingue nelle giornate serene d'inverno.

Nomi di cose

Non è il caso di concentrarvi nella creazione di un dizionario delle lingue del vostro mondo. Come detto più volte non siete Tolkien, Martin o un filologo.

Scegliete però due o tre elementi, un minerale, una pianta, un oggetto che rappresentino un qualcosa di unico del vostro mondo e trovategli una parola che si addica.

Tutti si ricordano dei Vallenwood della Dragonlance, delle foglie di Athelas della Terra di Mezzo o degli alberi-diga di Westeros, una volta che hanno visitato questi posti.

Fatelo anche voi e i vostri giocatori si  ricorderanno sempre di dove sono.

Più lo faranno, più si sentiranno a casa.

È il vostro obiettivo.

A presto.

Il DM.